Gli strumenti di Fast and Cooking: La planetaria

(Scritto da )

La planetaria, o impastatrice planetaria, prende il nome proprio dal movimento circolare che compie il gancio per effettuare l’impasto.
E’ simile al movimento che compiono i pianeti. Il gancio riesce così a raggiungere ogni parte della ciotola.
Viene utilizzata prevalentemente per montare, amalgamare ed impastare.

Cosa é?

La planetaria nasce inizialmente come uno strumento utilizzato in pasticceria.
Negli ultimi anni si é diffusa anche per un utilizzo domestico, grazie alla pubblicità ricevuta dai vari programmi tipo “Masterchef”.
E’ uno degli strumenti più utili in cucina. Sebbene rispetto ad un robot da cucina compie di solito minori funzioni (montare, amalgamare, impastare), é però in grado di eseguire queste ultime in modo parecchio efficace.

Quali accessori?

Nella dotazione di base vi sono tre utili accessori che sono fondamentali. La “frusta” per montare (esempio panna, albumi, etc.), la “foglia” per mescolare composti di media densità (esempio uova con zucchero, etc.) ed il “gancio” per impastare composti pesanti (esempio l’impasto per la pizza o il pane). Inoltre é sempre presente un selettore per poter regolare la velocità di rotazione.
Poter regolare la velocità é molto importante a seconda dell’utilizzo, ovvero a seconda di ciò che si sta preparando.

Quale scegliere?

Ne esistono di varie fasce di prezzo, da quelle più economiche per uso casalingo a quelle professionali.
Quello che cambia è la robustezza della macchina, la forza che imprime negli impasti e la presenza (o disponibilità) di accessori.

Non guardare soltanto alla potenza espressa in Watt (il consumo), che non è in realtà molto indicativa, bensì alla reale forza che l’impastatrice planetaria é in grado di esercitare.

Osserva inoltre la struttura della stessa, ovvero se il motore é nella base oppure direttamente inserito nel braccio superiore, dove si inseriscono la frusta o il gancio.

Ti posso garantire che ho visto in funzione delle planetarie di qualità media con impasti difficili. Ho visto l’intera struttura tremare e muoversi in modo “preoccupante” ad ogni giro del gancio, fino ad arrivare addirittura a rompersi! 🙁
Viceversa una buona planetaria difficilmente ha problemi in questi casi, e riesce a portare a termine il lavoro senza problemi… e senza crearti patemi d’animo! 🙂

Alcuni consigli

Altri aspetti da valutare, come per tanti altri elettrodomestici, sono la praticità nel ripulirla dopo l’uso, il fatto che i vari componenti possano essere lavati in lavastoviglie) e la praticità nel riporla una volta usata.

In realtà l’ideale é poter lasciare la planetaria sempre pronta nella tua cucina.
Se per prenderla ed utilizzarla dovrai spostare mezza cucina, finirà che la utilizzerai molto poco, passato l’iniziale interesse.
Invece, avendola a portata di mano, potrai usarla anche per funzioni diverse.
Io ad esempio la utilizzo per mescolare la carne tritata nella preparazione delle polpette. Sporco la ciotola ed il gancio, ma in alternativa sporcherei comunque almeno un contenitore.

A seconda di dove pensi di usarla, assicurati inoltre che il cavo di alimentazione sia sufficientemente lungo. Evita se possibile di utilizzare prolunghe per dover raggiungere la presa più vicina.

Esistono inoltre modelli con la ciotola di capacità diversa (varia ovviamente il costo e l’ingombro).
Così come per il robot da cucina, trovi modelli che permettono in un secondo tempo l’aggiunta di altri accessori, per esempio per affettare, preparare il gelato, cucinare, etc.

Quale é la più famosa?

Una dei modelli di impastatrice planetaria più famoso (ed anche costoso…) é la KitchenAid Artisan.
Considera comunque che se decidi di investire una certa cifra, anche modelli di marche alternative vanno altrettanto bene.
In ogni caso la scelta di un modello sufficientemente robusto (a prescindere dalla marca) ti garantirà di poterla utilizzare per parecchio tempo senza incorrere in spiacevoli “incidenti”.

la planetaria



Vedi le offerte speciali per la planetaria su Amazon
Fast And Cooking



Planetaria: che cosa é e come si usa ultima modifica: 2015-11-07T13:40:12+00:00 da Simona

Commenti

commenti